Hai un terreno edificabile e vuoi venderlo? Magari ad un prezzo migliore ?

Cosa aspetti a valorizzarlo.

E’ difficile per chi acquista un terreno edificabile farsi un’idea di cosa può sorgere in quell’area, perché quasi nella totalità dei casi è una persona estranea al settore edilizio-costruttivo.
Crearsi un’immagine mentale di un progetto futuro, per i non addetti ai lavori, non è così facile o spontaneo.
Anche dal punto di vista estetico l’acquirente che ha idee ben determinate e precise, spesso non sono contestualizzate alla normativa del settore, alle recenti tecniche costruttive o sono rivolte a modelli/stili di costruzione ormai superati.
Per questo è necessario presentare il proprio immobile al meglio, predisponendo un’ipotesi di realizzazione, “un concept” ben sviluppato, adeguato e che sappia emozionare.

Quindi? Come valorizzare il terreno?

La valorizzazione dell’immobile può essere realizzata attraverso due fasi, la prima attraverso la redazione di un progetto di fattibilità tecnica da promuovere attraverso i propri canali social o le agenzie immobiliari.
Il progetto di fattibilità tecnica o PFTE consiste nella redazione di un progetto di massima con la restituzione di un modello solido 3D con viste render dell’esterno o dell’interno. Per far comprendere “visivamente” meglio ciò che può essere realizzato in quell’area.
Un’immagine che valga più di mille parole, per una platea più vasta possibile di potenziali acquirenti che siano attirati da quell’opportunità. Una seconda fase è quella della presentazione di un progetto vero e proprio presso gli uffici comunali per l’avvio per procedimento di rilascio del permesso di costruire.
In questo caso la gestione della pratica e delle spese va governata sulla base delle proprie disponibilità economiche. Ciò significa che si andranno a gestire i tempi del rilascio e per questo non necessariamente serve arrivare fino alla fine del provvedimento con il rilascio del p.d.c. vero e proprio.
L’interruzione della pratica, in qualsiasi momento, evita il pagamento finale del contributo di costruzione, o diversamente se versato ne determina l’efficacia del titolo edilizio con l’automatismo dell’obbligo di iniziare i lavori entro un anno di tempo (anche se è sufficiente il mero allestimento del cantiere senza avviare lavori veri e propri) e di terminarli entro 3 anni .

Come possiamo aiutarti?

Un progetto ben presentato e curato in ogni dettaglio può trasformare radicalmente la percezione dell’immobile, rendendolo accogliente, funzionale ed esteticamente piacevole.
Con una decennale esperienza di progettazione abbiamo una visione esperta di come sfruttare al meglio ogni contesto.
Indipendentemente dalle dimensioni, dalla forma del lotto o dall’orografia del terreno, siamo in grado di creare soluzioni pensate per creare ambienti armoniosi, funzionali e di grande creatività.

Chi siamo?

Lo studio vanta una notevole esperienza nel settore dell’architettura e del cantiere acquisita per mezzo in anni di attività, affrontando le sfide di una progettazione complessa e articolata.
Abbiamo progettato molteplici edifici residenziali e non solo, adeguati alle contemporanee sfide sulla sostenibilità ambientale

Con chi collaboriamo?

l’Integrazione con altri professionisti (ingegneri, geologi, agronomi, periti, ecc…) è sempre più necessaria e doverosa, per questo possiamo contare sulla solida esperienza pluriennale con altri professionisti che ci affiancano costantemente in ogni nostra realizzazione.

Quali competenze?

Lo studio è competente anche in ambito Building Information Modeling BIM specialist / Architecture, Criteri Ambientali Minimi CAM e rimane sempre aggiornato con costanti corsi di formazione professionale.

Richiedi una consulenza senza impegno
Before
After

Alessandro_Ferro

© 2021 Alessandro Ferro
P.iva 03098660271
C.f. FRRLSN74R22C638T

Realizzato da Lorenzo Marcato

Verified by MonsterInsights